Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Torino - Roma - Bologna - Paris - Ravenna - Napoli - Pescara - Berlin - Padova - Firenze - Parma - Lurago d'Erba - Pesaro - Macerata

Live Bands

ALLEN TOUSSAINT

Scopri tutto su allen toussaint, concerti, eventi, news e molto altro!

Produttore, compositore, arrangiatore, session pianist, artista solista: Allen Toussaint ha vestito tutti questi panni nel corso della sua lunga e prolifica carriera e il suo lavoro “dietro alle quinte”, da solo, sarebbe già stato sufficiente a fare di lui una leggenda dell’R&B di New Orleans. Grazie alle sue collaborazioni con numerosi altri artisti, Toussaint è stato determinante per forgiare il sound R&B nella Crescent City degli anni '60 e '70. Le sue produzioni si sono mantenute al passo coi tempi, passando dallo spensierato e grossolano soul degli anni '60 al funk grintoso ed esuberante degli anni '70. Come compositore, Toussaint si è dimostrato un duraturo creatore di successi, firmando molti brani-chiave diventati poi standard dell’R&B e riproposti da innumerevoli artisti provenienti da ambienti e stili differenti. Mantenendosi sempre in linea con l’approccio flessibile “extra genere”, Toussaint ha spesso affiancato numerose leggende del rock e del blues, in particolare dagli anni '70 in poi. Oltre a tutto questo, Toussaint ha di tanto in tanto plasmato le proprie opere personali, godendo di un picco creativo negli anni '70, con diversi album che pongono in risalto il suo canto rilassato e il suo stile pianistico elegantemente funky. Pur non costituendo sempre la figura più visibile, i contributi di Toussaint alla musica di New Orleans - e al rock & roll in generale – gli sono valsi la consacrazione nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1998. Toussaint nasce il 14 gennaio del 1938 a in New Orleans. Inizia a studiare il pianoforte all’età di 7 anni, ispirandosi a Professor Longhair; in seguito, il suo stile si evolve fino ad includere elementi di Fats Domino, Huey "Piano" Smith e Ray Charles. Durante l’adolescenza, suona in una formazione chiamata The Flamingoes accanto al bluesman Snooks Eaglin. Toussaint debutta come professionista all'età di 17 anni, quando Earl King lo chiama a sostituire Smith ad un concerto dal vivo. Non molto tempo dopo, il noto produttore-compositore Dave Bartholomew, il cui contributo all’R&B di New Orleans negli anni '50 è paragonabile alla successiva carriera di Toussaint, lo ingaggia per eseguire le parti per pianoforte a una sessione di registrazione di Fats Domino, per la quale lo stesso Domino non era disponibile. Da allora, Bartholomew si avvale regolarmente di Toussaint, in particolare per nuove sessioni di Domino e Smiley Lewis, e ben presto il giovane pianista viene richiesto a gran voce su più fronti, soprattutto dopo aver dimostrato il suo talento come arrangiatore nella hit di punta del saxofonista Lee Allen, "Walkin 'With Mr . Lee". Nel 1958, Toussaint registra un album strumentale per la RCA intitolato The Wild Sound of New Orleans, con lo pseudonimo di Tousan; una delle sue composizioni originali per il disco, "Java", diverrà poi uno dei maggiori successi per il trombettista jazz dixieland Al Hirt cinque anni più tardi. Toussaint inizia anche a comporre sotto lo pseudonimo di Naomi Neville, il nome da nubile della madre. Nel 1960, Toussaint viene ingaggiato da Joe Banashak come A&R man per la neonata etichetta Minit, ma di fatto l’artista finisce per dirigere la maggior parte delle sessioni di registrazione del marchio. È qui che Toussaint inizia davvero a costruire la propria leggenda. Il suo primo successo nazionale come produttore giunge con la hit R&B di Jessie Hill "Ooh Poo Pah Doo" nel 1960, seguita a ruota da hit classiche come: il brano pop e R&B "Mother-in-Law" N°1 della classifica di Ernie K-Doe (scritto da Toussaint), "Fortune Teller" di Benny Spellman e "Lipstick Traces (On a Cigarette)" (entrambe di Toussaint firmate come Naomi Neville, di cui la prima in seguito reinterpretata dai Rolling Stones), la versione originale di Chris Kenner "Land of 1000 Dances", "Ya Ya" di Lee Dorsey e numerose collaborazioni con la regina del soul di New Orleans, Irma Thomas. Il tocco singolare di Toussaint in tutti questi album ridefinisce il sound R&B di New Orleans per il successivo decennio. Quando Banashak abbandona la Minit per fondare un'altra etichetta, la Instant, Toussaint lo segue mantenendo il suo ruolo precedente, ma stabilendo nel contempo anche altre collaborazioni altrove, prevalentemente sottoforma di incisioni con Dorsey per l'etichetta Fury, e realizzando in prima persona alcuni singoli minori, perlopiù per Seville. Nel 1963, Toussaint viene arruolato per il servizio militare, periodo durante il quale porta a termine incisioni con la sua band The Stokes nelle pause di licenza; uno dei loro brani, “Whipped Cream” firmato da Naomi Neville, è stato ripreso da Herb Alpert nel 1965 in versione strumentale, e successivamente adottato come sigla per la serie TV The Dating Game. Al momento del suo congedo nel 1965, Toussaint si unisce al collega produttore Marshall Sehorn per dare vita ad un’agenzia di produzione ed etichetta discografica, la Sansu Enterprises. Per Sansu vengono eseguite incisioni di artisti tra cui Betty Harris, Earl King, Chris Kenner e Lou Johnson, spesso cedendo poi i rispettivi singoli ad etichette più grandi per la pubblicazione ufficiale. La collaborazione più fruttuosa è senz’altro quella con Lee Dorsey, che fa ritorno alle vette delle classifiche R&B con hit di Toussaint come "Ride Your Pony," "Get Out of My Life Woman", oggetto di svariate reinterpretazioni, l’eterna "Working in a Coalmine" e "Everything I Do Gonh Be Funky (From Now On)" (ripresa dal jazzista Lou Donaldson). Nel 1966, Sansu ingaggia anche un complesso locale, The Meters, come band di accompagnamento per quasi tutte le sue produzioni. All’uscita del loro primo disco nel 1969 (prodotto da Toussaint), The Meters diventano ben presto l’ensemble funk di punta degli anni ’70 accanto ai J.B.'s. Nel 1971, Toussaint registra il suo primo album solista in oltre dieci anni per l’etichetta Scepter, intitolandolo semplicemente Toussaint (riedito poi nel Regno Unito col titolo di From a Whisper to a Scream, dall’omonimo brano di maggior successo). L’anno seguente, l’artista passa a Reprise per la pubblicazione di Life, Love and Faith, e apre con Sehorn un moderno studio di registrazione a New Orleans sotto il nome di Sea-Saint, che diverrà la sede privilegiata di molti suoi progetti successivi. Oltre ai suoi album solisti, Toussaint continua a ricevere offerte di grande rilievo per collaborazioni esterne durante la prima metà degli anni ‘70. Cura gli arrangiamenti di tromba per The Band, Paul Simon, Little Feat e Sandy Denny, e la sua costante relazione con The Meters lo proietta sulla scena funk contemporanea con margine assai più ampio rispetto ai suoi stessi album. Ha infatti così l’occasione di produrre due tra i maggiori album funk di New Orleans: la hit "Right Place, Wrong Time" di Dr. John e il brano disco-funk "Lady Marmalade" di LaBelle. Nel 1975, Toussaint pubblica quello che è spesso considerato il suo miglior album solista, Southern Nights; la traccia omonima diventerà poi una delle hit più fortunate della superstar country-pop Glen Campbell, mentre "What Do You Want the Girl to Do?" sarà reinterpretata da Boz Scaggs, Lowell George e Bonnie Raitt. Nel 1976, Toussaint cura la produzione della band The Wild Tchoupitoulas, in stretti rapporti con The Meters-related, il cui album di debutto omonimo diverrà uno dei classici del funk di New Orleans. La tendenza alla sperimentazione palesata in questo disco rivela tuttavia un crescente desiderio di sconfinare nel territorio dei The Meters, fatto che porterà alla rottura con Toussaint e, più tardi, anche tra le due formazioni. L’assenza del loro infallibile groove si percepirà a lungo nel successivo LP solista di Toussaint, Motion del 1978. Le attività di Toussaint si diradano negli anni a seguire, pur continuando a produrre, arrangiare e a suonare il pianoforte per singoli progetti selezionati, tra cui gli album degli artisti blues Etta James e Albert King, e dei rocker Elvis Costello e Joe Cocker. Nel frattempo, tuttavia, il suo vasto repertorio è oggetto di costante interesse per la realizzazione di cover; il periodo con Lee Dorsey può considerarsi il più fruttuoso, non solo per "Working in a Coalmine" (Devo, The Judds), ma anche per brani meno noti come "Yes We Can Can" (The Pointer Sisters), "Sneakin' Sally Through the Alley" (Robert Palmer), e "Freedom for the Stallion" (The Oak Ridge Boys, tra gli altri). Inoltre, "Play Something Sweet (Brickyard Blues)" è stata una hit per i Three Dog Night, mentre Bonnie Raitt ha inciso una fortunata versione di "What Is Success." Il 1991 ha visto la pubblicazione di The Allen Toussaint Collection, una raccolta ben assortita delle sue incisioni con le maggiori etichette durante gli anni ‘70. Nel 1996, Toussaint ha fondato una nuova etichetta, la NYNO, registrando inoltre un album di nuovo materiale presso lo studio Sea-Saint, intitolato Connected. Toussaint ha altresì avviato progetti di registrazione con i più recenti artisti della Crescent City, con l’intento di preservare il sound classico originale di New Orleans. Dal 1998 il suo nome è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame sotto la categoria “non-performer”. www.allentoussaint.com

ALLEN TOUSSAINT è presentato in Italia da INTERNATIONAL MUSIC AND ARTS

Altre informazioni

Tutti gli eventi per allen toussaint

Nessun evento presente