Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Bologna - Roma - Torino - Firenze - Livorno - Brescia - Prato - Pescara - Macerata - Padova - Berlin - Ravenna - Bergamo - Napoli

Live Bands

DELIRIUM

Scopri tutto su delirium, concerti, eventi, news e molto altro!

Nati sul finire degli anni '60 con il nome di Sagittari, i Delirium (Ettore Vigo, Tastiere – Peppino di Santo, Batteria e Voce – Mimmo di Martino, Chitarra acustica – Marcello Reale, basso) adottano la sigla definitiva con l'ingresso di Ivano Fossati, nel 1970. L'anno successivo il gruppo vince il concorso “LA Strada del Successo”, indetto da Radio Montecarlo, e dopo qualche mese si aggiudica anche il titolo “Rivelazione” al Primo Festival d'Avanguardia di Viareggio: "Canto di Osanna," il motivo presentato a Viareggio, ottiene grande successo anche all'estero e verrà registrato nelle versioni francese, inglese e tedesca. Nel 1971 realizzano il loro primo album “Dolce Acqua: morbide atmosfere acustiche, sognanti ballate in un'azzeccata miscela di rock, folk e jazz, con arrangiamenti arricchiti dal flauto di Ivano Fossati che avvicina il gruppo allo stile dei più famosi Jethro Tull di Jan Anderson. La notorietà del gruppo aumenta e l'anno dopo il gruppo partecipa al Festival di Sanremo con il brano "Jesahel" che diventerà un hit con milioni di copie vendute. Il gruppo vivrà sempre in una situazione di compromesso tra le tentazioni del grande mondo dello spettacolo e l'esigenza di non perdere il contatto con il pubblico più giovane; i Delirium partecipano al Disco per l'Estate 1972 con Haum!, e si fanno notare anche sul palco di molti raduni pop: nel 1971 al Davoli Pop di Reggio Emilia e al Festival Pop di Palermo, l'anno successivo la Festival di Gualdo e nel 1973 ancora a Palermo al Primo concerto d'Avanguardia. Nonostante l'abbandono di Fossati, i Delirium con l'ingaggio del Flautista - Sassofonista Inglese Martin Frederick Grice registrano "Lo Scemo e il Villaggio" con il quale il gruppo raggiunge la piena maturità artistica con uno splendido disco di Jazz Progressive. Nel 1974 è la volta di "Delirium III Viaggio negli arcipelaghi del tempo", il piu' progressivo dei loro lavoro nel quale viene impiegata una vera sezione di archi e Mimmo Di Martino si cimenta per la prima volta alla chitarra elettrica. Nel 1975 i Delirium si sciolgono. 
Dopo molti anni di silenzio, nel 2003 il gruppo si ricongiunge grazie alla spinta di Peppino Di Santo. Con un nuovo bassista (Fabio Chighini) ed un nuovo chitarrista – cantante (Roberto Solinas), i Delirium sono tornati alla grandissima ed attualmente sono impegnti nella registrazione di due nuovi albums, uno dal vivo "Vibrazioni Notturne", registrato durante i concerti dell'estate scorsa nel quale presentano alcuni dei loro classici rivitalizzati, un paio di covers dei J.Tull ed una strepitosa versione di "With a little help from a friend", e l'altro in studio, "Delirium IV", la cui uscita e' prevista per la meta' del 2007. 
La serata sara' resa ancora piu interessante dalla prima apparizione in assoluto del gruppo genovese "Il Tempio delle Clessidre", un progetto che nasce nell'estate del 2006 dall'incontro di Elisa e Gabriele (Hidebehind) con Stefano “Lupo” Galifi, cantante del Museo Rosenbach nonché attivo da anni sulla scena di cover band rock e blues genovesi. L'”impresa” è quella di riproporre dal vivo lo storico concept "Zarathustra", con la peculiarità della presenza del cantante originale e di comporre brani propri in puro stile progressive italiano. 
Dopo il ritorno dei New Trolls, questa e' un altro importante appuntamento in cui la Genova musicale dovra' dimostrare di non dimenticarsi dei propri figli. 
 http://www.deliriumband.it/

DELIRIUM è presentato in Italia da Black Widow

Altre informazioni

Contatti

Tutti gli eventi per delirium

Nessun evento presente